futuro, il mercato delle Cryptocurrency scende ulteriormente del 10% nelle ultime 24 ore, qual è la prossima mossa?

Bitcoin se la sta cavando piuttosto bene ultimamente, ma secondo l’analista di crittografia Mark Newton – fondatore e presidente della Newton Advisors – l’attività potrebbe andare a rilento all’inizio del 2021.

Mark Newton: La buona fortuna può presto fermarsi per un po
È sempre deludente iniziare il nuovo anno con notizie negative o deprimenti, ma in una recente intervista, Newton ha indicato un grafico tecnico per mostrare come il prezzo del bitcoin potrebbe essere in definitiva in attesa di una correzione nel 2021.

Questo è stato uno dei maggiori timori per i trader di cripto trading e gli investitori di tutto il mondo. Finora, il 2020 è stato stranamente simile al 2017, un momento in cui il Bitcoin Evolution ha raggiunto il suo massimo storico di oltre 19.000 dollari per unità. Tuttavia, il 2018 – l’anno successivo – ha portato ad una correzione mostruosa per la più grande e popolare cripto-valuta del mondo per limite di mercato.

Alla fine il bene ha perso più del 70% del suo valore al momento del Ringraziamento, e ci sono voluti circa cinque mesi perché la valuta subisse un qualsiasi tipo di recupero.

Quest’anno è stato enorme per il bitcoin in quanto ha raggiunto un nuovo massimo storico di oltre 28.000 dollari, mettendo in vergogna il suo precedente record di circa 9.000 dollari. In fondo alla mente di molti trader c’era probabilmente la domanda: „Quest’anno è andato così bene… Come potrebbe essere diverso l’anno successivo?

Secondo Newton, la risposta potrebbe essere „molto diverso“. Egli dice:

[Bitcoin] è ancora piuttosto rialzista a livello intermedio, dato che ha appena raggiunto nuovi massimi storici. Penso che abbiamo una strada da percorrere. A breve termine, la mia composizione del ciclo ci mostra un picco all’inizio di gennaio.

Attribuisce l’aumento del prezzo del bitcoin a due grandi fattori. Il primo è che le istituzioni sono ora più consapevoli di BTC e sono desiderose di investire in essa. Non la vedono più come una semplice attività speculativa, ma piuttosto come un deposito di valore o uno strumento di copertura che può tenere al sicuro il loro patrimonio durante i periodi di conflitto economico.

Inoltre, afferma che quest’anno le ricerche di bitcoin su Google sono aumentate del 750% circa, il che significa che l’interesse è salito a livelli senza precedenti.

Newton afferma inoltre:

[Con] SPACs in questo momento, si possono fare soldi al dieci, 15, 20 per cento al giorno. Penso solo che gli investitori non abbiano una gran voglia di criptare, mentre le istituzioni si stanno sicuramente muovendo in quella direzione.

L’abbiamo già visto in passato
Ha anche affermato che il bitcoin ha una forte storia di ritorni un po‘ indietro ogni volta che sperimenta un quarto trimestre solido, cosa che certamente ha fatto nel 2020. Egli cita:

In tutti quegli anni in cui abbiamo avuto un Q4 stellare abbiamo invertito la tendenza alla fine di dicembre, all’inizio di gennaio, e in realtà siamo andati più in basso. Quindi, penso che ci sarà qualche opportunità [per] gli investitori di poter acquistare i dips in crypto e bitcoin in particolare.